fbpx
Social

Approfondimenti

Scopriamo MidKnight Story con il suo creatore Mattia Ciurlino

Pubblicato

il

Prendete NieR Automata, la saga di Ratchet & Clank, la serie di Kingdom Hearts, qualche Zelda e tutti gli altri action più famosi della storia… poi mischiateli ed aggiungete un tocco italiano: ecco a voi MidKnight Story di Mattia Ciurlino!

Ma esattamente cos’è MidKnight Story?
Chi meglio del creatore stesso può spiegarvelo… ecco infatti un breve botta e risposta che abbiamo avuto il piacere di scambiare con lui stesso!

Chi sei? Cosa fai nella vita?

Mi chiamo Mattia Ciurlino, sono di Pescara e ho 27 anni.
Al momento, dedico tutto il mio tempo lavorativo a MidKnight Story, quindi si, sono uno sviluppatore di videogiochi.
Ho una laurea in Marketing, ottenuta a New York, dove ho lavorato nella stessa materia per diverso tempo.

Come ti è venuta in mente l’idea per MidKnight Story?

L’idea di MidKnight Story e’ nata lentamente, mentre imparavo ad usare, per sfizio e divertimento, programmi come Unreal Engine, Blender e Maya.
Direi che l’idea di MidKnight Story si e’ evoluta molto durante i primi due anni di sviluppo durante i quali ho sia imparato i programmi necessari allo sviluppo di un videogioco, sia sviluppato il progetto stesso.
Adesso ho un’idea molto concreta di come portare avanti il progetto, la sua storia e il suo sviluppo.

Hai preso ispirazione da altri videogiochi (e/o altri media) per il gameplay/ambienti/emozioni che vuoi trasmettere?

Certamente! Shadow of the Colossus, Fable, The Legend of Zelda, Bioshock, Dark Chronicles e Prince of Persia sono tutti giochi che hanno influenzato in un modo o nell’altro il gameplay e l’estetica di MidKnight Story.

Nello specifico, parlando con gli altri della redazione, abbiamo notato un po’ tutti qualche somiglianza di gameplay con Kingdom Hearts, NieR Automata e Final Fantasy XV… impressione giusta? Che ne pensi? Come descriveresti il gameplay, in particolare il combat system, che stai creando?

Nier Automata e Kingdom Hearts sono anche giochi che hanno influenzato il battle system di MidKnight Story.
L’intenzione e’ quella di rendere il combattimento del gioco veloce, frenetico, e bilanciato.
Una mezza via tra Kingdom Hearts, Monster Hunter e Dark Chronicles.

Alcuni si chiedono: ma ci sarà una storyline lineare “classica” o più un “non raccontato” alla Dark Souls? E più in generale, ci sarà una vera e propria lore da scoprire esplorando, con magari sottotrame secondarie?

La storia sara’ principalmente lineare.
E’ una scelta precisa, perche’ mi permettera’ di offrire una storia profonda, interessante, e che i giocatori ricorderanno.

Il lore del gioco sara’ anche molto presente.
Voglio che il mondo di MidKnight Story sia vivo, coerente e credibile. Per questo, grande attenzione sara’ data anche agli npc della citta’, i quali saranno unici, con un nome particolare e un’A.I. non randomizzata.
Mi raccomando seguite la campagna Kickstarter dove postero’ molto presto degli updates riguardanti la storia e il lore del gioco.

Facci un po’ da guida turistica: raccontaci un po’ il mondo di Numia!
Quali sono le sue peculiarità e caratteristiche? Un pochino di storia? È ispirata a qualche luogo reale?

Numia e’ un vasto arcipelago caratterizzato da un grande numero di isolette selvagge, una grande citta’ steampunk, e dei portali particolari che catapulteranno Paran, il protagonista del gioco, in vari dungeon…
Riguardo la storia, ho appena postato un nuovo update sulla campagna Kickstarter dove parlo un po’ del lore del gioco, in particolare riguardo la vita di Paran e Sumael, i due protagonisti della storia, che conducono una propria azienda nella periferia della città di Endenheim.
Paran è uno scavenger, mentre Sumael è un formidabile ingegnere e figlia di uno scienziato famoso.
La vicenda prende una piega particolare quando Paran trova la leggendaria Spada Durindana durante una delle sue escursioni.

Ora parliamo della parte RPG del titolo: nella pagina kickstarter c’è una sezione apposta riguardante il loot, ma ecco qualche domanda più specifica.
• Ci saranno livelli di rarità ben definiti degli item?
• Ci sarà un sistema di crafting/alchimia per costruire gadget/pozioni manualmente?
• Ci saranno dei veri e propri dungeon in cui trovare oggetti estremamente o una sfida elevata anche per i giocatori più Hardcore?

Per quanto riguarda la parte RPG del gioco, bisognerà far salire di livello il personaggio e fare degli upgrades alla spada e alla pistola.
Questi upgrades non offriranno solo vantaggi in battaglia, ma diventeranno anche vere e proprie features del gameplay esplorativo, come l’abilità del “Glide”.

Non ci sono livelli di rarità per quanto riguarda le armi, ma ci saranno diverse pistole da ottenere, con diverse caratteristiche, ad esempio diversi tipi di proiettili e danni elementali.

Ci saranno dungeons da esplorare, e saranno una parte importante del gioco sia in termini di gameplay (si dovranno usare determinati upgrades per superare certi ostacoli e ovviamente combattere un bel pò) che di storia.

Il mondo di Numia sarà anche disseminato di oggetti e collectibles da trovare, ad esempio diverse skins e gadget per Paran, artwork e musiche da collezionare, e antichi artefatti che Paran potrà aggiungere alla sua collezione.
Gli oggetti più rari verrano rilasciati soltanto dai nemici più ostici (e rari) che infestano l’arcipelago.

Riguardo l’implementazione di un possibile sistema di alchimia, ci penserò!
Il gioco offre già un sistema di pozioni, quindi non sarebbe difficile aggiungerlo, ma bisognerà vedere se ha senso in termini di gameplay.

Siamo in chiusura… c’è qualcos’altro che vorresti dire ai nostri lettori che stanno scoprendo MidKnight Story per la prima volta?

Innanzitutto grazie per avermi dato l’opportunità di presentare il gioco ai vostri lettori.
MidKnight Story è un gioco fatto con amore, passione e molta dedizione.
Quello che finora è stato mostrato è solo una piccola parte di ciò che il gioco sarà una volta rilasciato.
Per cui non vedo l’ora di mostrarvi i prossimi sviluppi, perchè il meglio deve ancora venire!

Grazie mille per il tuo tempo ed in bocca al lupo per il tuo progetto!

Grazie a voi per l’opportunità! E crepi il lupo 😉

E per oggi è tutto: ma continuate a seguirci per rimanere aggiornati sul progetto… ed ora tutti sulla pagina Kickstarter a donare, miraccomando!

Seguici su tutti i nostri social!

Caporedattore di SpaceNerd.it. Videogiocatore fin dai 3 anni, cresciuto con Gameboy Color, Sega Master System e Playstation One. Legge di videogiochi fin dai tempi di "Giochi per il mio computer". La sua saga preferita è quella di "Prince of Persia", serie storica di Ubisoft, che lo ha legato in modo indissolubile dall'infanzia ad oggi al mondo videoludico. Altri suoi hobby ed interessi sono anime, la programmazione, musica e la tecnologia in generale.

Advertisement
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari