fbpx
Social

News

Warhammer 40.000: la serie TV targata Games Workshop in cantiere

Pubblicato

il

Warhammer 40.000: la serie TV targata Games Workshop in cantiere 1

Games Workshop in cerca di contratti di produzione

Games Workshop, casa produttrice dei prodotti dell’universo Warhammer 40.000, ha fatto diversi passi avanti con la serie TV annunciata già diversi mesi fa con nome provvisorio “Eisenhorn“.

Sfruttando un secondo semestre di vendite record, il CEO di Games Workshop Kevin Rountree si è espresso sui piani per il nuovo anno, aggiungendo di Eisenhorn:

Nessun contratto di produzione è stato ancora firmato. I nostri esperti stanno continuando a lavorare con i nostri partner esterni per capire fino in fondo come funzioni questa industria per assicurare che, semmai dovesse andare in produzione, la nostra prima serie TV non sia solo fedele al nostro universo ma anche un successo commerciale

Il CEO ha inoltre aggiunto che i lavori sulla serie procedono bene, e che l’azienda ha raggiunto un record di incassi non previsto che ha portato il valore in borsa di questa, ad oggi, ad oltre 8 miliardi di euro.

Cosa si sa della serie TV “Eisenhorn”

Nonostante il prodotto sia ancora in forse, si sanno già diverse cose interessanti sul suo riguardo. Anzitutto come già detto la serie TV si chiamerà molto probabilmente Eisenhorn, e si baserà sulle storie dell’autore di Bestseller Dan Abnett (Guardiani della GalassiaX-Men…), trilogia nella quale si raccontano le vicende degli inquisitori Gregor Eisenhorn e Gideon Ravenor mentre cacciano eretici e demoni nell’universo di Warhammer: 40.000.

Conosciamo inoltre il nome del produttore a cui è stata affidata la produzione: Frank Spotnitz, famoso per essere il creatore di “Medici” (insieme ad Emily Feller, presente anche come produttrice esecutiva in Eisenhorn) e produttore di “X-Files” e “L’uomo nell’Alto Castello” (tre serie che la redazione vi consiglia tantissimo).

Warhammer 40K Space Marine

Cos’è Warhammer 40.000

Non si può riassumere Warhammer 40.000 usando poche parole senza sembrare pazzo: è un “wargame miniature tabletop” (gioco da tavolo di guerra basato sulle miniature) fantasyfantascientifico ambientato in un universo alternativo dove si ha accesso a viaggi interstellari grazie a mezzi di trasporto futuristici guidati da Space Marines, una combinazione di super-soldati fantascientifici e crociati medievali, l’elite dell’Imperium umano, il quale loda una macchina il cui cuore si trova su Marte.

Gli umani sono in rivalità con le divinità del Chaos presenti nel piano alternativo dell’Immaterium, proiezioni delle perversioni, delle negatività e debolezze tipiche dell’uomo. Diverse comuni creature fantasy come gli orchi (nell’universo, “Orki“) sono presenti sotto forma di alieni, catalogati dagli umani come Xenos.

Cosa aspettarsi da Eisenhorn

Si può speculare della qualità del prodotto proposto dalla Games Workshop alla luce di diversi fattori. Anzitutto, Gregor Eisenhorn è uno dei personaggi più conosciuti e meglio riusciti dell’universo di Warhammer 40k, ed i libri con lui presente sono tra i più ricchi, complessi e completi per la lore. In generale, per i giocatori, i libri di Dan Abnett sono considerati come capolavori e must-read per apprezzare a pieno l’universo del gioco.

In generale buona parte degli adattamenti ad altri media del popolare gioco da tavolo (tra i quali ricordiamo film e videogiochi) sono prodotti buoni, godibili e divertenti, anche se in passato abbiamo avuto diverse eccezioni bocciate anche dai fan più affezionati alla Games Workshop.

Ciò potrebbe non essere considerato un problema, se non fosse che nel 2015 uscì il videogioco Eisenhorn: XENOS, basato sul primo romanzo della fortunata serie di Abnett, del quale viene salvata solo la trama (opera, appunto, di Abnett), purtroppo accompagnata da un comparto tecnico, un sistema di esplorazione ed, in generale, da un gameplay pessimo.

Possiamo solo sperare che la Games Workshop per la nuova serie TV di Warhammer 40.000 abbia imparato dal passato ed abbia in serbo un prodotto che soddisfi sia le aspettative degli affezionati del gioco da tavolo, sia i gusti dei profani dell’universo.

Seguici su tutti i nostri social!

"Jack of all trades, master of none". Sono un videogiocatore seriale dai miei 4 anni, da quando mi innamorai di Hercules. Tra i miei videogiochi preferiti ci sono praticamente tutti i Mario Kart (giocato dal DS) e la serie di Monster Hunter. Forte appassionato di esports, seguo attivamente le leghe di League of Legends. Suono anche diversi strumenti musicali, tra cui il basso, il piano ed il kazoo. Cinefilo ed accumulatore seriale di gadget legati a questo mondo, nel tempo libero faccio lo studente universitario di informatica.

Advertisement
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

TWITCH

Popolari