Social

Cinema&Tv

Questo mondo non mi renderà cattivo, l’anteprima: il ritorno di Zerocalcare

Pubblicato

il

Questo Mondo non mi Renderà Cattivo Zerocalcare

Dopo il grandissimo successo della prima serie animata targata Zerocalcare su Netflix, il fumettista romano torna insieme al servizio streaming americano per portarci una nuova storia ambientata nella sua quotidianità. Grazie a Netflix abbiamo avuto l’opportunità di vedere in anteprima i primi 4 episodi della serie scritta, diretta e interpretata da Michele Rech, disponibile interamente a partire da venerdì 9 giugno.

Per gli amanti dei fumetti di Zerocalcare e non solo, l’hype dietro questa serie era altissima, sia per l’indiscusso livello dell’artista sia per l’ottima impressione lasciata dalla prima collaborazione del fumettista romano con Netflix; una vera sorpresa per il panorama dell’animazione in Italia. Scopriamo quindi insieme quali sono le nostre impressioni sui primi 4 episodi dell’attesissimo Questo mondo non mi renderà cattivo.

Questo mondo non mi renderà cattivo | Trailer Ufficiale | Netflix

Questo mondo non mi renderà cattivo

Anche il successo della Serie TV su Netflix non ha rivoluzionato la quotidianità di Zero, che rimane comunque la base della nuova storia e la narrazione preferita del fumettista romano. Rebibbia è la location principale e con lei ritornano tutti i personaggi che abbiamo imparato a conoscere nelle pagine dei fumetti e nella precedente produzione.

La vicenda questa volta ruota intorno a dinamiche che abbiamo imparato a conoscere bene nel nostro quotidiano: la presenza di un centro per rifugiati in un quartiere popolare, le difficoltà della generazione di Zero nel trovare il proprio posto nel mondo, prendere coscienza di se stessi e di chi ci sta intorno.

ADV

Zerocalcare ancora una volta riesce a raccontare storie di tutti i giorni in maniera genuina, simpatica ma soprattutto intelligente e per nulla banale, lasciando lo spettatore divertito e allo stesso tempo toccato dai tanti interrogativi che Zero solleva per se stesso e per noi che lo stiamo guardando.

Questo mondo non mi renderà cattivo, l'anteprima: il ritorno di Zerocalcare 3

…ma non sarà facile resistere

Il perché la serie si chiami “Questo mondo non mi renderà cattivo” ci diventa chiaro di episodio in episodio. Zero è un artista che ha sempre mantenuto certe posizioni e certi ideali e non si tira mai indietro da quelle battaglie che ritiene giusto “combattere” (se avete letto Kobane Calling o No Sleep Till Shengal sapete di cosa parlo, ma basta conoscerlo anche superficialmente per capirlo).

In questa serie il macroargomento sembrerebbe essere la vicenda del centro rifugiati nel quartiere, la lotta tra le organizzazioni sociali e quelli che Zero definisce “Nazisti“, ma questa è solo una delle tematiche che contribuiscono al vero scopo della serie che è quello di farci porre delle domande, prima di tutto su noi stessi.

Questo mondo non mi renderà cattivo, l'anteprima: il ritorno di Zerocalcare 4

Zero lotta per quello che crede giusto ma si scontra con le opinioni degli altri e finisce per mettere in discussione non tanto i suoi ideali quanto il suo comportamento. Nel presentare questo il cast della serie ci regala alcuni personaggi interessantissimi come Sara e Cesare, dei quali scopriamo una profondità che va oltre la banale lettura da prima impressione e che risultano fondamentali nella presa di coscienza di Zero e dello spettatore.

ADV

Durante tutti e 4 gli episodi Zero non vuole comportarsi da “cattivo in un mondo dove tutti sembrano diventarlo sempre di più. Un sentimento estremamente empatizzabile anche da noi che guardiamo a casa, immersi ormai in una realtà dove sembra tutto bianco o nero, giusto o sbagliato e anche agire in maniera “corretta” ci appare semplice anche quando tanto semplice non lo è.

Questo mondo non mi renderà cattivo, l'anteprima: il ritorno di Zerocalcare 5

Romano, come è giusto che sia

Quando uscì Strappando Lungo i Bordi, a margine dei giusti elogi che il lavoro fatto da DogHead Animation e da Zero aveva ricevuto, qualcuno aveva criticato il fatto che la serie fosse interamente recitata in romano. Un’osservazione curiosa per chi segue da tempo Zerocalcare e sa benissimo che ogni singola parola in ogni singola tavola dei suoi lavori è scritta in romano ed era naturale che la serie seguisse il suo stile artistico.

Una critica, quella sul romano, subito parsa fine a se stessa, ma che si trasforma però in una gag simpatica in questa nuova serie, insieme ad altri “difetti” che venivano fatti notare a Zero dopo il primo lavoro per Netflix. Ma è proprio l’interpretazione di Zero ad essere uno dei punti di forza di Questo mondo non mi renderà cattivo, insieme al solito, impeccabile e simpaticissimo Valerio Mastrandea nei panni dell’Armadillo.

Il romano in questa serie non serve solo a far ridere, è parte integrante dell’essenza di Zerocalcare e di ciò che racconta. Il romano è Rebibbia come lo è il nostro protagonista, come lo sono i personaggi che vengono presentati e le storie che vengono raccontate. Non esiste un prodotto a firma Zerocalcare che non sia in romano, voi avreste mai avuto il coraggio di chiedere a Gigi Proietti perché Febbre da Cavallo è recitato in dialetto?

ADV
Questo mondo non mi renderà cattivo, l'anteprima: il ritorno di Zerocalcare 6

Un ottimo ritorno

Durante l’anteprima di questi primi 4 episodi di Questo mondo non mi renderà cattivo si ha la sensazione che il team formato da DogHead Animation, Netflix e Zerocalcare abbia fatto un passo in avanti rispetto al già positivo Strappare lungo i Bordi, con una qualità ancora maggiore e una nuova storia, attuale ed interessantissima da raccontare.

Certo, proprio come la serie precedente, questo rimane un prodotto strettamente legato all’universo di Zerocalcare, facilmente apprezzabile da chi conosce bene il fumettista romano. Non per questo però i due prodotti targati Netflix devono spaventare anche i novizi ma, anzì, rappresentano un buon punto di partenza per avvicinarsi alle opere cartacee di Zero.

In conclusione possiamo dirci estremamente soddisfatti dei primi 4 episodi di Questo mondo non mi renderà cattivo; una serie capace di farci ridere costantemente per 30 minuti lasciandoci comunque degli interrogativi importanti sulla nostra quotidianità.

P.S: non era facile proporre una colonna sonora al pari della prima serie ma con Zerocalcare andiamo sempre sul sicuro.

ADV

SCOPRI CHI HA SCRITTO QUESTO ARTICOLO!

Nascere in un paesino umbro ti porta ad avere tanti hobby.
Cresciuto tra console e computer, è da sempre amante di cinema, serie TV e musica, nella quale si diletta in maniera molto amatoriale. Anime e manga invece sono il pane quotidiano ma anche lo sport lo appassiona. Crede di aver visto ogni singola disciplina inserita dal CIO alle Olimpiadi.

Seguici su tutti i nostri social!
Advertisement
Commenta
Sottoscrivimi agli aggiornamenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Popolari