News

The Division 2: annunciata l’espansione Warlords of New York

Annunciata la nuova espansione di The Division 2

Nella giornata di ieri, Ubisoft e Massive Entertainment hanno annunciato durante una livestream la nuova espansione Warlords of New York per The Division 2, che costituirà l’avvio dell’Anno 2 del titolo.

Nuove missioni principali e secondarie, nuove attività endgame, nuovi set di armi e armature, nuove abilità e una nuova UI: questo è quanto promesso dagli sviluppatori di Massive Entertainment per la nuova espansione del loro Game as a Service in uscita il 3 marzo 2020 su PlayStation 4, Xbox One e PC già preordinabile a questo link a partire da €29.90.

La Divisione torna nella Grande Mela

Come suggerisce il titolo dell’espansione, gli agenti della Divisione saranno chiamati a tornare a New York, location che abbiamo già visto e apprezzato nel primo capitolo della serie. La zona in cui opereremo questa volta è Lower Manhattan, riprodotta in scala 1:1 dagli sviluppatori di Massive. Ovviamente ci lasceremo alle spalle il clima invernale per favorirne l’estivo a cui siamo già stati abituai con Washington DC, con tanto di zone paludose e espansione naturale molto aggressiva.

L’espansione verterà su Aaron Keener, un agente traditore della Divisione che si è impadronito della zona sud di Manhattan insieme ad altri quattro agenti rogue. Warlords of New York aggiungerà quindi cinque missioni principali e otto quest secondarie, oltre alla nuova zona completamente esplorabile.

Faranno la loro presenza volti già noti come Faye Lau Paul Rhodes, che ci aiuteranno nel nostro intento. Di contro, dovremo tornare a fronteggiarci contro i Purificatori e i Rikers.

Cosa aspettarsi dall’endgame

Warlords of New York includerà un corposo numero di nuovi set armature, nuove armi esotiche e quattro nuove abilità (tra cui figura il ritorno della bomba adesiva). Verrà inoltre aumentato il level cap dal livello 30 al livello 40, introducendo un particolare sistema di ricompense che continuerà a premiare il nostro agente anche dopo aver raggiunto il massimo livello, offrendo un sistema di progressione definito dagli sviluppatori stessi come infinito.

I ragazzi di Massive promettono inoltre una revisione totale dell’interfaccia grafica, rendendola più pulita ai nuovi giocatori e rendendo più semplice il confronto tra loot e oggetti equipaggiati. Le statistiche saranno visualizzate in modo più chiaro e in generale il feeling con il gioco risulterà più accessibile.

Articoli che potrebbero interessarti

Grande novità è l’introduzione delle Stagioni che andranno a incrementare e diversificare le attività endgame con lo scopo di guadagnare punti esperienza per sbloccare ricompense uniche. A fianco di questa novità, Massive ha introdotto nel gioco una sorta di Pass Stagionale, su cui però non sono stati svelati dettagli ma che con molta probabilità non si distaccheranno molto da quelli visti in Destiny 2, per esempio.

Non saranno presenti nuove Dark Zone dentro Lower Manhattan, ma gli sviluppatori promettono una particolare revisione di quelle già esistenti a Washington DC. Parlando di raid, The Foundry arriverà per tutti i giocatori da questa primavera in due varianti di difficoltà.

Un anticipazione di Warlords of New York

Per anticipare gli eventi della nuova espansione, i possessori del Season Pass Anno 1 potranno giocare da oggi Episodio 3, che prende il nome di Coney Island: La Caccia. Questo aggiornamento introduce le fondamenta per tutti i contenuti che verranno poi introdotti il 3 marzo con Warlords of New York.

I non possessori del Pass Stagionale Anno 1 potranno comunque giocare gratuitamente i contenuti dell’Episodio 3 dal 19 febbraio.

Vi lasciamo dunque alla livestream di annuncio di Warlords of New York, ricordandovi che l’espansione di The Division 2 sarà disponibile dal 3 marzo 2020 su PlayStation 4, Xbox One e PC. Agenti della Divisione, siete pronti a tornare a New York?

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Simone Montanaro

Sviluppatore software di professione, Simone inizia la sua carriera videoludica già dall’infanzia, crescendo nel mondo PlayStation e seguendo le orme del padre. Predilige per lo più opere con una forte componente narrativa e adora immergersi nei panni dei protagonisti che va via via a giocare. Adora alternare momenti ludici con la visione e/o lettura di opere orientali, ma non si rifiuta di approcciarsi alle novità!

Pubblicato da
Simone Montanaro
  • Articoli recenti

    Nevermore, uno sguardo gotico sul conformismo sociale

    "Nevermore", "mai più": è questa l'unica frase ripetuta da un corvo che si manifesta in…

    % giorni fa

    Zenless Zone Zero, prime impressioni: tutto lo stile di New Eridu

    L'hype attorno a Zenless Zone Zero Hoyoverse sta diventando un nome sempre più ingombrante nel…

    % giorni fa

    Elden Ring Shadow of the Erdtree, la recensione: cosa si cela all’ombra dell’Albero Madre?

    Sono praticamente passati 15 anni da quando From Software creò il genere dei soulslike con…

    % giorni fa

    Guida alle Anime Figure: cosa sono e dove comprare?

    Anime Figure: cosa sono e dove comprare? Il mondo degli anime e quello del collezionismo…

    % giorni fa

    Godzilla: l’odissea cinematografica del Giappone

    Attenzione! L'articolo presenta SPOILER inerenti alle opere che si vogliono approfondire. Godzilla è tornato sotto…

    % giorni fa

    Spy x Anya: Operation Memories, la recensione: fino all’ultimo scatto

    Spy x Anya: Operation Memories è un gioco firmato Bandai Namco che vede come protagonista…

    % giorni fa