DC Comics

Robin: la DC farà un albo per i suoi 80 anni

Per il compleanno di Robin, verrà dedicato un albo speciale ai suoi 80 anni, come già accaduto per altri super-eroi della DC Comics, compreso il suo mentore Batman.

Ecco i dettagli dell’albo su Robin

Secondo BleedingCool, l’intento della casa editrice, concorrente alla Marvel, sarebbe quello di realizzare un unico volume celebrativo per l’ottavo decennio di Robin, con più team creativi a disposizione, da intitolare Robin 80th Anniversary 100-Page Super Spectacular.

Sarà costituito, appunto, da un formato prestigioso avente 100 pagine che raccoglieranno tutte le grandi storie su Robin, derivate da autori emblematici per il personaggio che vanno da Marv Wolfman (creatore del terzo Robin), passando per Scott McDaniel (noto anche per aver disegnato Batman, oltre che Green Arrow), fino ad arrivare a Tom King (attuale scrittore della testata sull’ “Uomo Pipistrello“) e tanti altri ancora.

ADV

Per quanto riguarda la copertina, ce ne sarà una dinamica di Lee Weeks. Mentre, per i fan e i collezionisti più accaniti, ci saranno ben otto cover variant che rappresenteranno al meglio la storia di Robin, tra l’altro disegnate da alcuni dei principali artisti del fumetto che lo onoreranno con delle immagini tributo.

Eccone la lista:

Variant del 1940 di Jim Lee e Scott Williams
Variant del 1950 di Julian Totino Tedesco
Variant del 1960 di Dustin Nguyen
Variant del 1970 di Kaare Andrews
Variant del 1980 di Frank Miller
Variant del 1990 di Jim Cheung
Variant del 2000 di Derrick Chew
Variant del 2010 di Yasmine Putri

ADV

Storia di Robin, socio del Cavaliere Oscuro

Creato da Bill Finger e Bob Kane e introdotto nella rivista Detective Comics (vol. 1) n.38, datata aprile 1940, l’alter ego di Dick Grayson fu introdotto per alleggerire il tono delle storie di Batman e renderle adatte anche ad un pubblico di adolescenti.

Altro non è che un ragazzo che ha vissuto facendo l’acrobata in un circo assieme ai suoi genitori John e Mary, in seguito uccisi da un boss mafioso italo-americano di nome Tony Zucco (tra i più potenti assieme a Sal Maroni Carmine Falcone).

Articoli che potrebbero interessarti
ADV

Rimasto orfano, viene adottato e inizierà a vivere nella villa di Bruce Wayne.

Quando Grayson scoprirà che è lui il vigilante mascherato di Gotham City, lo affiancherà per combattere il crimine nel cosiddetto Dinamico Duo e divenire, quindi, Robin.

Con il mantello giallo e la maschera nera, Robin continuerà a collaborare con Batman sia da soli che assieme ad altri super-gruppi come i Teen Titans e la Justice League.

ADV

Nel corso della sua vita “mascherata”, l’eredità di Robin ha subito diverse incarnazioni. Da Jason Todd (il secondo dopo Grayson), un giovane delinquente dedito alle rapine, a Tim Drake (il terzo, creato, come detto prima, da Wolfman), ragazzo prodigio dotato di una grande intelligenza e conoscenza della chimica meccanica, passando a Damian Wayne (creato da Grant Morrison), nato tra l’amore di Batman per la figlia di Ra’s al Ghul.

Oggi il primo Robin è noto con un altro alter ego, ovvero Nightwing. Ha un costume diverso dal classico ed è il maggiore esponente di conoscenza delle arti marziali in tutto il mondo della DC.

Data di uscita

La pubblicazione, negli USA, è prevista per l’11 Marzo 2020.

Sarà disponibile nelle fumetterie locali e negli store digitali al prezzo di 9,99 dollari.

Non vi rimane altro che far avvolgervi dall’hype sempre più. E continuate a seguirci.

Tanti auguri, Robin!

Fonte: BleedingCool

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Antonio Russo

Classe '95, fiero napoletano. Marchiato nel cuore e nella mente dall'arte. Di conseguenza, dalla cultura nerd. Alcuni mi chiamano Zesku. E ho scoperto nella vita che ho visto e che vorrò vedere micro-mondi che io e voi umani non potremmo immaginarci.

Pubblicato da
Antonio Russo
  • Articoli recenti

    Che cos’è il City Pop? Nascita e Rinascita di un genere musicale

    Se una macchina del tempo mi trasportasse nel Giappone di metà anni '80 non credo…

    % giorni fa

    Sand Land, la recensione: l’ultima opera di Akira Toriyama

    Ventiquattro anni dopo l'originale uscita nella rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha, Sand Land ottiene…

    % giorni fa

    Shibatarian, la recensione: La discreta inquietudine di un’idea strampalata

    Shibatarian, manga shonen a tinte horror-sovrannaturali di Katsuya Iwamuro, pubblicato in Giappone da Shueisha, è…

    % giorni fa

    Civil War, la recensione: Dio (non) benedica l’America

    Ultimo lavoro di Alex Garland prima della sua pausa dal cinema, Civil War è stato…

    % giorni fa

    No Rest for the Wicked, l’anteprima: l’atteso ritorno di Moon Studios

    Ricordo ancora quella meraviglia di Ori and the Blind Forest, alle lacrime versate già nei…

    % giorni fa

    Rascal Does Not Dream of Bunny Girl Senpai, la recensione

    Dopo anni di attesa finalmente Rascal Does Not Dream è arrivato anche in Italia grazie…

    % giorni fa