Videogiochi

Per chi è fatto GeForce Now? La mia esperienza

Che cos’è GeForce Now? Ora come ora è molto difficile non averne mai sentito parlare, soprattutto se hai letto il nostro articolo di comparazione con Stadia, nel caso in cui non l’abbia fatto, sappi che si tratta del servizio in cloud che ti permette di giocare la tua libreria Steam, Epic Games, Ubisoft, Electronic Arts. Ovviamente ci sono alcuni limiti, per esempio: non sono disponibili tutti i giochi, ma ne vengono aggiunti di nuovi ogni giovedì. Potrai anche giocare molti giochi free to play come Fortnite, Genshin ImpactApex Legends, Destiny 2, League of Legends, ma dimenticati di Warzone 2.

Perché affidarsi al cloud?

Perché ho sottoscritto un abbonamento a GeForce Now, se ho comprato dei giochi per la piattaforma mouse e tastiera? Semplice: prima avevo un PC, ora non più.

Sono ormai due anni che ho tra le mani un Chromebook, ma non voglio perdere l’opportunità di giocare i titoli che ho acquistato in precedenza. Inoltre, l’infrastruttura dei server targata NVIDIA è davvero ottima. Tant’è che mi girano molto meglio i titoli su GeForce Now, rispetto al servizio in streaming proposto da Xbox Game Pass Ultimate o anche a Google Stadia; quest’ultima piattaforma in cloud ha ormai chiuso i battenti, però.  

Non solo, spesso viaggio per ore e in quel tempo non riesco mai a trovare qualcosa da fare. Anche in questo caso GeForce Now mi aiuta tantissimo, perché posso prendere il mio smartphone e collegarlo al servizio, nel caso in cui non dovessi avere accesso al mio Chromebook.

Per chi è GeForce Now?

GeForce Now non è un servizio adatto a chi ha un buon PC che fa girare più o meno tutto ciò che il mercato videoludico ha da offrire. Ma è l’opposto. La cosa davvero comoda è che puoi usare qualsiasi controller tu abbia per le mani, che sia Xbox o PlayStation non importa, verrà comunque rivelato dal sistema dandoti la sensazione di plug and play che tutti desiderano.

Quali sono i punti di forza di GeForce Now?

I giochi che andrai ad avviare sono PC, quindi potrai anche giocare con le impostazioni e goderti la grafica di gioco più alta disponibile.

Articoli che potrebbero interessarti

Non solo, alcuni titoli hanno anche l’RTX attivo: dunque puoi anche goderti il ray tracing con un semplice clic, cosa che a volte anche i “PCisti” non riescono ad avere perché magari le loro componenti hardware non sono abbastanza.

Io, con la mia fibra mista rame riesco a godermi in wi-fi Cyberpunk 2077, The Witcher 3 e tantissimi altri giochi al massimo delle possibilità.  

Quanto costa GeForce Now?

Dipende dal tipo di servizio che desideri. I tier di abbonamenti al servizio sono tre, di cui uno è completamente gratis, molto comodo per capire se GeForce Now è quello che fa per te. Sono tutti disponibili sul sito ufficiale NVIDIA, ma lascia che te li spieghi uno per uno: 

  • Tier gratuito: non hai accesso all’RTX, potrai giocare per massimo un’ora e dovrai fare la fila per avviare il gioco
  • Tier Priority: hai l’RTX acceso, non devi fare la fila per giocare, la risoluzione di gioco è fino a 1080p a 60fps e la sessione di gioco dura fino a un massimo di 6 ore. Il costo? 9,99 Euro al mese o 49,99 Euro ogni 6 mesi. Significa pagare 8,33 euro al mese.
  • Tier Ultimate: hai la possibilità di sfruttare una RTX 4080 o 3080, il Ray Tracing è attivo, accesso ai server ancora più veloci, le sessioni di gioco durano massimo 8 ore, la risoluzione raggiunge il 4K a 120 fotogrammi al secondo. Costo? 19,99 Euro al mese oppure 99,99 Euro ogni 6 mesi. Significa pagare 16,67 Euro al mese.

È comprensibile che il Tier Ultimate sia quello più allettante, ma è anche quello che costa di più. Se hai già altri abbonamenti te lo sconsiglio, mentre se puoi permetterlo, fai pure. In generale posso dirti che se non hai la possibilità di goderti i tuoi giochi su PC per qualsiasi motivo, magari sei un utente Apple, Chromebook o semplicemente ti si è rotto il computer in attesa di quello nuovo puoi continuare le avventure in sospeso.  

Considerazioni sui titoli disponibili

All’inizio ti ho detto che non tutti i giochi sono disponibili, infatti mancano alcuni titoli come The Binding of Isaac Afterbirth+ (e le sue espansioni) o Elden Ring. Ma una delle mancanze più grandi colpiscono gli appassionati di simracing; nonostante sia possibile acquistare sia Assetto Corsa, sia Assetto Corsa Competizione, non ti sarà possibile collegare un volante e pedaliera. Non importa il brand, semplicemente per ora non è supportato. Ma detto sinceramente: chi vorrebbe mai diventare un simracer sfruttando un servizio in cloud?

Conclusioni

E questo è quanto: GeForce Now ha come target quei giocatori che vorrebbero mantenere la propria libreria di giochi per PC, senza dover necessariamente usare un computer performante per giocare. Tutto ciò che ti serve è un dispositivo collegabile a internet, anche sfruttando il proprio smartphone come router. Se fai parte di questa categoria, facci un pensiero. Puoi sfruttare il Tier Gratuito per iniziare e scoprire se la tua rete regge, e poi se ti aggrada, fare un abbonamento.   

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Angela Pignatiello

Classe '97. Appassionata di videogiochi fin da quando ha memoria, ne parlerebbe per ore. Cresciuta tra Metal Gear Solid, TOCA e Ace Attorney, apprezza ogni genere, purché diverta o abbia una bella storyline. E apprezza lo stesso nei film/serie TV che guarda.

Vedi commenti

Pubblicato da
Angela Pignatiello
  • Articoli recenti

    Destiny 2 La Forma Ultima, la recensione: Guardiani, uniti

    Come disse il vecchio saggio, ogni viaggio prima o poi giunge al termine: con l'uscita…

    % giorni fa

    Edens Zero, la recensione: quando il fantasy incontra la fantascienza

    Edens Zero è un manga shonen di Hiro Mashima pubblicato in Giappone da Kōdansha a…

    % giorni fa

    Orfeo e gli altri: Intervista a Luca Tarenzi

    In onore dell'uscita del suo ultimo libro edito dalla Giunti, SpaceNerd intervista Luca Tarenzi, uno…

    % giorni fa

    The Rogue Prince of Persia, recensione dell’Early Access: tantissimo potenziale

    In attesa del remake di Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo, annunciato nel 2020…

    % giorni fa

    Shin Megami Tensei, top 5 giochi da scoprire dopo Vengeance

    Introduzione a Shin Megami Tensei Nel ricchissimo panorama dei giochi di ruolo giapponesi, ce ne…

    % giorni fa

    Destiny 2, Stagione dei Desideri: fare un patto col destino!

    Ricordo come fosse ieri quando, nel 2020, pubblicai proprio qui, sulle pagine di Spacenerd, il…

    % giorni fa