News

Lego Batmobile: tutto ciò che c’è da sapere sull’auto più iconica dei cinecomics!

Febbre da anni ’80: Lego Batmobile per collezionisti dal film di Tim Burton

Dopo più di 5 anni dal modello lego UCS (Ultimate Collector Series) della Tumbler dei film Batman Begins (2004) e del Cavaliere Oscuro (2008), finalmente lego ha deciso di produrre nella stessa linea l’iconica Batmobile dal film cult del ’89 di Tim Burton. I più grandi fan del mondo lego si sono sempre chiesti perché l’azienda Danese non si decidesse a proporre un adattamento con i mattonicini.

Nel 2007 Lego ha sfoderato una Batmobile “per collezionisti”; il risultato iniziale è stato un apparente flop, il suo design era la fusione tra l’auto del nostro cavaliere oscuro nella serie animata anni ’90 e la Batmobile del ’89. In poche persone la comprarono, e come venne tolta dal mercato diventò subito un pezzo raro e costoso. Solo nel 2014, dopo 9 anni dalla prima apparizione di questo veicolo sul grande schermo, Lego ha deciso deciso di vendere un’edizione per collezionisti della Tumbler sopracitata.

Il modello Lego

Ma andiamo ad analizzare insieme la nuova Lego Batmobile. Il design grottesco e gotico in pieno stile Burtoniano hanno reso difficile il lavoro a i nostri designer, poiché la sfida dietro questo modello era proprio di riprodurne tutte le sue curve nel migliore modo possibile.

Nel modello sono presenti numerosi dettagli: 2 sedili per minifigure, volante, adesivi della leva del cambio e del cruscotto, 2 mitragliatrici non azionabili, nascoste sotto il cofano e con funzione a comparsa attivata ruotando lo scarico della turbina, 2 grappini decorativi, ruote con il logo del pipistrello e pneumatici appositamente progettati per le ruote anteriori e ali di pipistrello

così riporta il Lego Shop

ADV

Articoli che potrebbero interessarti

Da buon set UCS non può mancare la targhetta contenente le informazioni della Batmobile utilizzata nel film posta su una base rotante in grado di fare girare il veicolo.

Le Minifigure

La Lego Batmobile del’89 contiene 3 minfigure. Il Batman di Michael Keaton con una maschera attaccata al mantello, rendendo il tutto un pezzo unico: è una scelta stilistica molto curiosa mai attuata da Lego. Insieme ad essa nel set sarà presente il Joker di Jack Nicholson e ad accompagnare i nostri protagonisti ci sarà Vicki Valentine. Interessante la scelta della base ispirata alla sezione del grattacielo nel finale del film.

 

Il set costa 249.99€ ed è composto da 3306 pezzi, misura 12 cm di altezza, 60 cm di lunghezza e 22 cm di larghezza. Con l’acquisto della Batmobile del ’89 a dicembre verrà dato in omaggio questo modello in scala Minifig.

Cosa pensate di questo nuovo modello Lego della Batmobile? Sperate che usciranno un giorno altre versioni di altri film come il nuovissimo The Batman?

ADV
Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Gabriele Trivella

Torino, classe '02 fin da piccolo cresce a Lego e Topolino. La svolta decisiva arriva quando vede per la prima volta Star Wars da lì non è stato più possibile recuperarlo.

Pubblicato da
Gabriele Trivella
  • Articoli recenti

    Che cos’è il City Pop? Nascita e Rinascita di un genere musicale

    Se una macchina del tempo mi trasportasse nel Giappone di metà anni '80 non credo…

    % giorni fa

    Sand Land, la recensione: l’ultima opera di Akira Toriyama

    Ventiquattro anni dopo l'originale uscita nella rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha, Sand Land ottiene…

    % giorni fa

    Shibatarian, la recensione: La discreta inquietudine di un’idea strampalata

    Shibatarian, manga shonen a tinte horror-sovrannaturali di Katsuya Iwamuro, pubblicato in Giappone da Shueisha, è…

    % giorni fa

    Civil War, la recensione: Dio (non) benedica l’America

    Ultimo lavoro di Alex Garland prima della sua pausa dal cinema, Civil War è stato…

    % giorni fa

    No Rest for the Wicked, l’anteprima: l’atteso ritorno di Moon Studios

    Ricordo ancora quella meraviglia di Ori and the Blind Forest, alle lacrime versate già nei…

    % giorni fa

    Rascal Does Not Dream of Bunny Girl Senpai, la recensione

    Dopo anni di attesa finalmente Rascal Does Not Dream è arrivato anche in Italia grazie…

    % giorni fa