fbpx
Social

Approfondimenti

Star Wars: Jedi Fallen Order – Tutte le novità dall’E3!

Pubblicato

il

A due anni dall’uscita dell’ultimo titolo di Electronic Arts sulla leggendaria saga spaziale (Battlefront II, sviluppato da DICE), ecco che il medesimo publisher ingaggia Respawn Entertainment (responsabile degli ottimi Titanfall) per riportare in alto il nome di Star Wars nel mondo videoludico: annunciato durante lo scorso E3, e mostrato per la prima volta in un trailer durante lo Star Wars Day, Star Wars: Jedi Fallen Order ha fatto nuovamente la sua comparsa al passato EA Play dove ha avuto la prima mezz’ora di tempo per scoprire le sue carte; in questo articolo abbiamo raccolto tutte le novità e informazioni riguardo la nuova opera di Respawn!

La diretta streaming si è avviata con una sorta di preambolo da parte di Vince Zampella e Stig Asmussen (rispettivamente capo e game director di Respawn Entertaintment) che hanno confermato la natura del loro titolo: Jedi Fallen Order sarà un titolo action/adventure totalmente in single player ambientato successivamente all’esecuzione dell’Ordine 66 messo in atto da Darth Sidious visto in Star Wars Episode III: La Vendetta dei Sith, dove molti dei Jedi persero la vita, assassinati “alle spalle” dai comandanti Cloni e dai loro sottoposti.

Risultati immagini per jedi fallen order ea play

Successivamente, viene mostrato un gameplay nella versione alpha del gioco dalla durata di poco meno di 15 minuti, permettendoci quindi di vedere l’opera in azione per la prima volta.
Il tratto di missione mostrata vede il protagonista Cal Kestis (uno dei Padawan Jedi in fuga proprio dagli inquisitori dell’Ordine 66) effettuare una sorta di incursione in una base nemica non ben definita: sin da subito vengono mostrate meccaniche di esplorazione come la possibilità di utilizzare la spada laser come “torcia” per illuminare le zone più buie, e di movimento come la corsa sui muri.

Insieme a Cal vi è un piccolo droide che, oltre a tenerci compagnia, avrà alcune funzionalità, come ad esempio un sistema di cura, interazioni con pannelli o computer, e anche l’analisi di alcuni elementi come la mappa della missione attiva o la semplice descrizione biologica di alcune creature.

Inizia poi una fase di combattimento, dove tutto diventa più interessante: il protagonista si ritroverà ad affrontare alcuni nemici e, esattamente come venne confermato tempo addietro, il tutto si baserà quasi unicamente sul combattimento all’arma bianca con la spada laser: vi è un sistema di lock, la schivata, la stamina, la salute a schermo dei nemici e infine, ma non meno importante, la possibilità di deflettere gli attacchi e conseguentemente di fare esecuzioni o attacchi letali dall’alto, confermando definitivamente la sua somiglianza con l’ultimo titolo From Software, Sekiro: Shadows die twice.

Assolutamente immancabile l’utilizzo della forza: essendo il nostro protagonista un Jedi a tutti gli effetti, abbiamo potuto notare come il giocatore abbia la possibilità di utilizzarne i poteri in svariati modi; potremo attirare a noi i nemici, lanciarli lontano, e addirittura bloccare in aria i proiettili nemici (tale funzionalità verrà anche mostrata come meccanica di avanzamento della missione in quanto verrà utilizzata la forza per, ad esempio, bloccare una pala che gira e permettere al giocatore di passare).
Abbiamo inoltre notato un sistema di acquisizione di punti abilità, ma ci dispiace non aver visto il menù del gioco per vedere che tipo di potenziamenti fossero disponibili, o se si potesse scegliere, ad esempio, un tipo di equipaggiamento differente.

Risultati immagini per star wars jedi fallen order

L’alpha si chiude con l’arrivo di un androide, già conosciuto in Star Wars: Rogue One, che attaccherà Cal che, tentando di difendersi, farà partire altri piccoli spezzoni del gioco per poi concludere con la sequenza di gioco con la comparsa del logo di Star Wars: Jedi Fallen Order.

Diciamocelo, come titolo di punta dell’EA Play 2019 ci saremmo aspettati qualcosa in più: graficamente buono ma non esaltante, nessuna delle meccaniche proposte dal gioco ci ha esaltati e anzi, ci sono sembrate tutte piuttosto banali o comunque già viste in tanti altri giochi, così come la struttura stessa della missione, particolarmente piatta e senza pressochè alcuno spunto di trama vagamente interessante.

Ad ogni modo, l’uscita del gioco è prevista per il 15 Novembre 2019, e noi di Spacenerd lo attenderemo per poi scoprirlo e sviscerarlo nel suo completo.

Seguici su tutti i nostri social!

Salve a tutti, sono Mattia, e da circa 18 anni ho un'intesa passione per il mondo dei videogiochi, e con essa mi porto dietro una forte propensione alla discussione e al dialogo il più discorsivo possibile riguardo questa incredibile arte.

Advertisement
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari