Social

Approfondimenti

Cosa c’è di reale in Black Mirror?

Pubblicato

il

bm

Black Mirror è una serie televisiva che racconta il progredire delle nuove tecnologie e soprattutto la dipendenza che ne hanno gli esseri umani con conseguenti effetti collaterali. Vengono immaginate e ricreate diverse situazioni del mondo moderno o futuro in cui una nuova invenzione ha, in qualche modo, destabilizzato la società e i sentimenti umani.

Ma quante di queste invenzioni sono già state create o sono in fase di sperimentazione?

Iniziamo dal principio.

S1X01 –  Messaggio al Primo Ministro

Michael Callow (Rory Kinnear) in “Messaggio al Primo Ministro”

Finzione.

La principessa Susannah viene rapita e il primo ministro del Regno Unito, Michael Callow, affronta un enorme dilemma scioccante: affinché ritorni a casa sana e salva, il primo ministro deve avere un rapporto sessuale con un maiale in diretta nazionale.

Realtà.

Qualche anno fa iniziò a circolare in rete la notizia secondo cui il primo ministro britannico David Cameron, ai tempi del college, avrebbe fatto sesso orale con la testa di un maiale morto, un rito di iniziazione necessario per entrare in una confraternita. Questo episodio, tratto dalla biografia non autorizzata di Cameron, sollevò un polverone sui social network e sempre più persone iniziarono a metterlo in parallelo con la serie tv.

 

S1X03 – Ricordi Pericolosi

Liam (Toby Kebbell) in “Ricordi pericolosi”

Finzione.

Siamo in un mondo in cui quasi tutti possiedono un chip impiantato nel cervello che memorizza tutto ciò che si fa. Ciò permette ai ricordi di essere riprodotti davanti agli occhi del proprietario o su uno schermo, esattamente come dei video.

Realtà.

Dal 20 febbraio 2017 sono disponibili per l’acquisto online gli Snap Spectacles(Link per l’acquisto https://amzn.to/2PFtYfl), occhiali creati da Snapchat in grado di registrare video e scattare foto. Quando il telefono è nelle vicinanze, gli Spectacles  si sincronizzano con Snapchat in modalità wireless in modo da condividere le tue esperienze con i tuoi amici. La scommessa di Snapchat, sempre che l’esperimento abbia successo, sembra essere quella di andare incontro al desiderio delle persone di poter registrare sempre di più quello che accade attorno a loro per rivederlo e condividerlo in tempo reale.

Sempre nello stesso episodio compare anche un’altra tecnologia già presente sul mercato.
C’è una scena in cui il protagonista si mette alla guida della propria auto ma nel momento in cui prova a metterla in moto la macchina recita un messaggio in cui lo invita a non guidare poiché non è nelle condizioni psicofisiche per farlo.
Si tratta del DADSS (Driver Alcohol Detection System for Safety), un dispositivo in grado di rilevare in modo veloce e preciso il tasso alcolico del guidatore.

 

S2X02 – Torna da me

Martha (Hayley Atwell) e Ash (Domhnall Gleeson) in “Torna da me”

Finzione.
La protagonista è Martha, una ragazza che ha appena perso il fidanzato Ash in un incidente automobilistico. Durante il funerale, scopre da un’amica l’esistenza di un programma capace di ricreare la personalità dei morti in un’intelligenza artificiale con cui comunicare via chat. Il rapporto che si instaura tra Martha e la chat che replica il comportamento di Ash evolve sempre più, fino a quando non le viene recapitato a casa un clone sintetico con le sembianze e il carattere del suo fidanzato.

Realtà. 
Con l’eccezione del clone sintetico, tutta la vicenda non rientra più nel campo della fantascienza. Anzi, è diventata realtà grazie al lavoro della startupper russa Eugenia Kuyda, che attraverso il machine learning e sfruttando tutti gli SMS, messaggi, email e altro ancora di un suo caro amico scomparso, Roman Maruzenko, ha creato un chatbot in grado di replicare le risposte che Roman avrebbe dato agli amici.

 

S3X01 – Caduta libera

Lacie (Bryce Dallas Howard ) in “Caduta libera”

Finzione.
Siamo in un mondo dove chiunque può votare la popolarità degli altri con un massimo di cinque stelle grazie alla tecnologia all’interno di telefoni intelligenti e a “lenti a contatto” che consentono di visualizzare il nome e il punteggio corrente di tutti.

Realtà.
Sono già presenti diverse App per recensire le persone, una di queste è People, un’app simile a TripAdvisor ma dedicata alla reputazione della gente. Il giudizio viene dato con un parere positivo, negativo o neutro.
Un’altra è Credo360 che permette di assegnare un punteggio di valutazione alle persone che va da 1 a 360. Si può votare e farsi votare, con un indice che valuta il tuo livello di affidabilità sui social.

 

S3X03 – Zitto e balla

Kenny (Alex Lawther) in “Zitto e balla”

Finzione. 
Kenny scopre che sua sorella ha usato il suo laptop e, inavvertitamente, ha installato un malware. Tenta di rimuoverlo utilizzando un programma scaricato da un sito internet non rendendosi conto che un hacker ha preso il controllo della sua webcam. La sera successiva, Kenny decide di masturbarsi davanti al suo computer; dopo pochi minuti, riceve un’email in cui gli viene detto di essere stato registrato e che tale video verrà inviato a tutti i suoi contatti, se non eseguirà gli ordini che gli verranno impartiti tramite il cellulare.
Realtà. 
Hackers spietati cercano in continuazione di violare i computer di personaggi pubblici e non, per ricattarli in cambio di denaro. Sono numerosi i casi successi. Un esempio sono i ricatti ricevuti da imprenditori, vertici di aziende pubbliche e private, figure istituzionali e professori universitari che tempo fa hanno ricevuto tutti la stessa e mail: “ abbiamo la tua password e siamo pronti a mandare a tutti i tuoi contatti un video mentre guardi un film porno se non verserai 2900 dollari in bitcoin”.

S3X03 – Odio universale

Karin Parke (Kelly Macdonald) in “Odio universale”

Finzione.

Una giornalista viene trovata morta e in seguito all’autopsia si scopre che la causa è un insetto drone automatizzato (IDA), utilizzato per sostenere la popolazione delle api e compensarne l’estinzione.

Realtà.

Da tempo sono in corso sperimentazioni in questo campo. L’idea è stata sviluppata dalla multinazionale statunitense Walmart che vuole fronteggiare con i droni l’emergenza ambientale e alimentare causata dalla carenza di api. Si tratta quindi di “api robot” in grado di impollinare artificialmente le piante.

 

 

Vieni a trovarci sulla nostra pagina Facebook.
https://www.facebook.com/Cine-Pills-450388468367785/

Ci trovi anche su Instagram.
https://www.instagram.com/_cinepills/

 

Seguici su tutti i nostri social!

Sono Annalisa, neolaureata in Architettura. Amo il cinema, la fotografia e visitare posti nuovi. Attraverso la pagina fb "Cinepills" che gestisco con due amici, condivido curiosità su cinema, serie tv e animazione.

Advertisement
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari