fbpx
Social

Animazione

Crash Casanova: La serie che verrà

Pubblicato

il

Ciao gente! In anteprima assoluta vengo a parlarvi di un progetto 100% italiano che tenta di vedere la luce proprio in questo momento.

Il nome del progetto é Crash Casanova e per ora é “soltanto” un trailer di presentazione diretto da Fabio Bianchini e realizzato con gli allievi dell’Accademia di Animazione Nemo di Firenze; lo trovate sulla pagina Facebook di Stranemani International e sulla pagina dedicata a Crash Casanova. Abbiamo parlato con il suo ideatore Adamo Antonacci e questo é ciò che ne é venuto fuori.

Esiste un mondo in cui ci sono centinaia di supereroi, ognuno con un superpotere diverso e unico nel suo genere.
Ecco, quel pianeta non é il nostro, bensí il pianeta Repus.
Sulla Terra dove vive l’esuberante Crash Casanova, dodicenne casinista e poco propenso all’igene personale, non esistono superpoteri, almeno fino al giorno in cui il nostro eroe viene colpito da un misterioso raggio proveniente proprio da Repus che gli da dei superpoteri, più precisamente un superpotere diverso ogni giorno.
Partendo da questo semplice, per quanto geniale, concept, Adamo Antonacci costruisce il mondo intorno al giovane Crash e alle sue strampalate avventure.
Il protagonista non sa quale superpotere avrà quando si sveglia la mattina, e se in alcuni casi un fisico improvvisamente divenuto scultoreo o la crescita improvvisa dei denti può aiutare a capirlo, in altri il superpotere é un po’ più difficile da identificare, e ancora di più lo é utilizzarlo, soprattutto quanto sei un ragazzino irresponsabile la cui ambizione é quella di apparire tra le pagine di un libro del Guinnes dei Primati e vincere sfide con gli scoiattoli.

Lo stile grafico é ispirato ai titoli di coda dei film de Gli Incredibili e ricorda in parte quello delle serie di Butch Hartman, in particolare Due Fantagenitori.
Da quel che ci ha detto Antonacci anche le storie sembrano essere impostate sullo stesso canovaccio della famosa serie di Nickelodeon, con l’aggiunta di una serie di personaggi secondari bizzarri ed esilaranti, a partire dal calzino parlante Kal, anch’esso colpito dal medesimo raggio spaziale, i vari supereroi del pianeta Repus, l’antagonista Blob Gold sul suo pianeta dorato, e l’avvocato dei supereroi Bracco, con cui il protagonista si troverà spesso a che fare, dato che ogni volta che lui acquisisce un superpotere, un vero supereroe su Repus lo perde con conseguenze tragicomiche.

La serie é ancora in via di sviluppo, ad oggi sono pronte le sceneggiature di 26 episodi scritte da Antonacci e dalle sceneggiatrice della scuola Bottega Finzioni di Bologna, Chiara Cioni e Cinzia Grimaldi, e potranno essere realizzati con la collaborazione di uno o più partner, dati i costi proibitivi per la realizzazione di una serie animata.

Consiglio caldamente di dare un’occhiata al trailer sulla pagina Facebook di Crash Casanova e di sostenere il progetto facendolo girare.
Io per ora vi saluto con la promessa di tenervi aggiornati sull’andamento del progetto.

Seguici su tutti i nostri social!

Ciao gente! Sono Riccardo Magliano, classe 1995, originario di Pontedera (PI), ma di stanza a Bologna per motivi di studio. Sono laureato in triennale al DAMS al momento studio per diventare sceneggiatore cinematografico. Sono grande appassionato e estimatore di prodotti d'animazione, dalle serie, ai lungometraggi, ai corti, l'importante é che raccontino qualcosa (cosa non sempre indispensabile perché tra i miei film preferiti c'é Fantasia). Qui su Spacenerd mi occuperò di recensioni e approfondimenti su tutto ciò che concerne l'animazione, specie quella occidentale, più e più volte colpevolmente trascurata dalla massa di fanatici di anime. Grazie a tutti per l'attenzione e buon divertimento

Advertisement
2 Commenti

2 Commenti

  1. Francesca De Luca

    1 Ottobre 2018 at 17:53

    Fenomenale!! animazione fantastica! e trovo che la colonna sonora sia perfettamente in tema, e aggiunga vivacità e ritmo adattissimi al prodotto! Grande il compositore! Chi è?

    • Riccardo Magliano

      1 Ottobre 2018 at 19:19

      Non mi ricordo, ma credo sia scritto nei titoli di coda del trailer su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

Popolari