fbpx
Social

Fumetti

Panini DC: i n.1 di Batman, Superman, Flash e Aquaman

Pubblicato

il

panini dc comics

Come vi annunciammo tempo addietro, Panini Comics è divenuta ufficialmente la nuova licenziataria dei fumetti DC Comics in Italia. Il rilancio delle testate targato Panini è avvenuto ufficialmente il 4 giugno, ed oggi andremo a esplorare i contenuti dei primi N. 1 con protagonisti Batman, Superman, Flash e Aquaman.

I primi albi del rilancio Panini

Batman panini

Batman n. 1 di Tom King, Tony Daniel e Mitch Gerads

La nuova era Panini del Crociato Incappucciato non poteva aprirsi meglio, visto quello che sta passando il povero Bruce Wayne all’interno della saga City of Bane. Il n. 1 della Panini parte proprio con il primo capitolo di questa emozionante saga preparata dallo sceneggiatore Tom King sin dal suo esordio sulla testata. Similmente a quanto visto nelle saghe Cataclisma e Terra di Nessuno, Gotham City è divenuta una sorta di regno indipendente sotto il controllo di Bane e del Batman di Flashpoint (Thomas Wayne), quest’ultimo divenuto assoluto elargitore della giustizia cittadina. Gli Stati Uniti accettano di buon grado la dittatura del duo in quanto latrice di ordine nella città, risultato che il vero Batman, attualmente sconfitto, esiliato e disperso, non ha invece mai ottenuto. King gioca sull’eterna lotta tra il pipistrello e Bane, quest’ultimo più che mai deciso a superare il rivale sotto ogni punto di vista, persino nella sua missione di protettore della città. Il montaggio alternato su tre diversi piani spazio temporali permette al lettore di immedesimarsi nel nuovo, scioccante status quo e di farsi un’idea chiara di delle conseguenze di uno stato repressivo e totalitario. Da buon ex-agente della CIA King descrive accuratamente l’atteggiamento degli USA in politica estera, mostrandone la totale indifferenza nei confronti delle barbarie, purché queste siano funzionali ai loro interessi; in questo caso, togliere il Problema Gotham dalla lista. Nonostante questa saga segni, purtroppo, l’addio di King alla testata, grazie al sapiente lavoro di ricapitolazione degli eventi da lui operato, non sarà difficile per il lettore novizio approcciarsi al personaggio da questo numero, anche e soprattutto grazie alle note degli editor Panini, caratteristica che accomuna tutti gli albi del rilancio.

superman panini dc

Superman n. 1 di Brian Michael Bendis e Szymon Kudranski

Che la Panini abbia acquisito le licenze DC in un momento particolarmente felice lo testimonia presenza di Brian Michael Bendis sulle pagine di Superman. Lo sceneggiatore è stato per oltre 15 anni la colonna portante della Marvel Comics e da un po’ di tempo sta esprimendo tutto il suo rinnovato talento alla Distinta Concorrenza, portando con sé l’etichetta Jinxworld, fondando e gestendo la collana Wonder Comics, per la quale scrive la serie Young Justice, e rinnovando la testata di Superman. Se con la testata di Batman i nuovi lettori non avrebbero troppi problemi ad inserirsi in corsa, con il n.1 di Superman targato Panini la faccenda è leggermente più complessa. Le due storie contenute all’interno dell’albo affrontano le conseguenze di Leviathan, evento orchestrato proprio dallo stesso Bendis che coinvolge il lato spionistico dell’universo DC. Lo scrittore è particolarmente a suo agio con le atmosfere noir e urbane, nelle quali si nascondono vere e proprie città segrete che complottano dietro la facciata apparentemente idilliaca e solare di Metropolis. La narrazione stratificata e terrena di Bendis, con i suoi dialoghi freschi e ricchi di botta e risposta serrati, si adatta perfettamente a questo thriller investigativo, dove sinistre eminenze grigie complottano in ombre talmente buie che neanche la luce di Superman riesce ad illuminare; divengono quindi necessarie forze meno lontane dalle strade: i giornalisti del Daily Planet. Di certo non è la storia di Superman che ci si aspetterebbe.

Flash Panini DC

Flash n. 1 di Joshua Williamson e Rafa Sandoval

Altra testata Panini DC in cui è facilissimo inserirsi è quella di Flash, il cui demiurgo, Joshua Williamson, ha gestito come un vero e proprio recap costante della situazione dei velocisti DC. Williamson, nel corso della sua run nata durante il DC Rebirth, ha recuperato moltissimi spunti dalla storia editoriale del personaggio per riproporli ad un pubblico nuovo. Parliamo di personaggi come Wally West, Hunter Zolomon e una vecchia, mortale conoscenza che torna in pompa magna proprio nel n.1 pubblicato da Panini. L’avvento della nuova/vecchia minaccia giunge in concomitanza con quella dei Rogues guidati da Capitan Cold, e un sinistro presagio per Flash e compagni: la Forza della Velocità sta morendo. Barry Allen avrà quindi molto da fare, avendo oltretutto perso la fiducia degli altri velocisti in seguito agli eventi dei numeri precedenti, aggiungendo ulteriore difficoltà alla sua impresa. Una testata di pura lore, quella di Williamson, che non manca di divertire con sequenze frenetiche (ci mancherebbe altro) costellate da continui colpi di scena e rivelazioni, facendo dell’azione la sua colonna portante.

Aquaman panini dc comics

Aquaman n.1 di Kelly Sue DeConnick e Robson Rocha

Se al cinema il film con protagonista Jason Momoa ha alimentato la fama di Aquaman a livello mediatico, nei fumetti la scrittrice Kelly Sue DeConnick ne ha nobilitato le storie. L’autrice di serie memorabili come Bitch Planet e Pretty Deadly recupera le atmosfere fantasy e indie che hanno siglato il successo dei suoi lavori indipendenti per inserirle di prepotenza nel mondo marino del principe di Atlantide. Nel n.1 targato Panini ritroviamo Arthur Curry privo di memoria mentre affronta una vendicativa divinità marina con l’aiuto di altre entità benevole. Tutto ciò appare da subito chiaro essere un pretesto per trattare temi come l’amore, la separazione e la maternità, calati in un contesto sciamanico atto ad archetipizzarli. I personaggi tratteggiati da DeConnick sono sì audaci e spavaldi, ma perché costretti dalle necessità, e sono sempre alla ricerca della propria interiorità attraverso il viaggio. Le ambientazioni surreali e magiche non sono nuove al personaggio, essendo già state sviscerate tempo addietro da Rick Veitch, ma DeConnick le contestualizza in un racconto di formazione alla paternità, fornendo ad Arthur Curry non solo dignità di guerriero, ma di uomo. Potenzialmente la run migliore del personaggio.

Le copertine tematiche degli albi Panini DC

Per celebrare in pompa magna l’evento, Panini ha dotato i primi albi di cui sopra di copertine celebrative ambientate in diverse città italiane. Di seguito la lista degli autori e delle ambientazioni:

  • Batman a Modena, copertina di Lee Bermejo
  • Superman a Roma, copertina di Gabriele Dell’Otto 
  • Flash a Napoli, copertina di Andrea Sorrentino
  • Aquaman a Polignano a Mare (Bari), copertina di Emanuela Lupacchino
Seguici su tutti i nostri social!

Cercò per lungo tempo il proprio linguaggio ideale, trovandolo infine nei libri e nei fumetti. Cominciò quindi a leggerli e studiarli avidamente, per poi parlarne sul web. Nonostante tutto, è ancora molto legato agli amici "Cinema" e "Serie TV", che continua a vedere sporadicamente.

Advertisement
Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Facebook

TWITCH

Popolari