Approfondimenti

Lady Sif: una guerriera tra gli Aesir

Asgard, il regno Eterno è conosciuto nell’intero Universo Marvel come un luogo dalle innumerevoli bellezze architettoniche, ricolmo di tesori nonchè come patria degli Aesir: i signori del cielo.

Nonostante gli Aesir, conosciuti anche come Asgardiani, siano simili in tutto e per tutto alla razza umana, molte sono in realtà le caratteristiche che li differenziano dagli abitanti di Midgard, il pianeta Terra. Prima fra tutti la smisurata forza con cui sono soliti affrontare i pericoli. Un esempio è proprio Thor, il Dio del Tuono. Lo abbiamo visto affrontare nemici all’apparenza imbattibili ma uscirne alla fine sempre vincitore.

Asgard ha però dato i natali anche a una delle due guerriere più forti di tutto il suo popolo: Lady Sif.

Questa combattente Asgardiana è ispirata alla sua controparte mitologica. Nel pantheon norreno Sif è la dea del grano, oltre ad essere una temibile guerriera. Venerata come divinità dell’agricoltura e soprattutto delle messi, tutte le leggende che gravitano intorno alla sua figura hanno a che fare con la fertilità della terra.

Stan Lee la rappresenta come sorella di Heimdall, il Dio Bianco. Fin da piccola Sif passa le sue giornate in compagnia di Thor e Balder, stringendo un forte legame con i due fratelli figli di Odino. Già in tenera età deve però guardarsi dalle malefatte di Loki, il quale invidioso del rapporto sviluppato con i suoi fratellastri taglia la chioma bionda della bambina sostituendola con i suoi attuali capelli corvini che in principio furono creati ed incantati dai Nani di Nidavellir. Tutti gli Asgardiani infatti nascono con i capelli biondi.

Una delle caratteristiche che hanno contraddistinto Lady Sif già da piccola è la sua proverbiale abilità nel combattimento. Viene infatti considerata assieme a Brunnhilde la più forte combattente del pianeta.

Con il passare degli anni sviluppa un’attrazione per Thor,  accompagnandolo anche in pericolose battaglie contro Ulik il Troll, Surtur e Mangog.

Articoli che potrebbero interessarti

La loro relazione non sarà però facile, in quanto il Dio del Tuono si innamora di Jane Foster, una semplice mortale. In un’occasione la guerriera arriva a salvare la vita della terrestre unendo la sua essenza vitale alla propria, sperando di comprendere il motivo per cui il figlio di Odino è tanto attratto da lei. Il rapporto tra le due donne viene però interrotto quando Jane viene imprigionata in una dimensione parallela. I due Asgardiani riescono tuttavia a salvarla e rimandarla sulla Terra.

Con il passare degli anni il rapporto fra i due rimane solido e in più di un’occasione dimostra ancora la sua forza e intelligenza riuscendo a salvare Thor da nemici come Lorelei la maga o Mefisto, il signore degli Inferi.

Durante il Ragnarok, l’Asgardiana perde un braccio in uno dei primi scontri tra le forze della luce e quelle dell’oscurità. Viene però salvata dalla Valchiria Brunnhilde che si sacrifica per lei. Commossa dal gesto dell’amica decide di guidare le Valchirie nello scontro finale contro Surtur, perendo al fianco di uno dei Tre Guerrieri, Volstagg.

Si reincarnerà alla pari di tutti gli altri Aesir. La sfortuna vuole però che la sua coscienza finisca nel corpo di un’anziana signora, Rose Chambers, malata terminale di cancro. Nonostante i tentativi di Loki di tenerla nascosta, Thor riesce a ritrovarla e le fa riassumere la sua vera forma.

In ambito cinematografico nei primi due film dedicati a Thor, Lady Sif è impersonata dalla meravigliosa Jaimie Alexander, nota attrice statunitense che riesce a infondere al personaggio tutte le caratteristiche della sua controparte cartacea. Compare inoltre in due episodi della serie tv Agents of Shield, precisamente nella quindicesima puntata della prima stagione e nella dodicesima della seconda.

 

“Nuff Said!”

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Stefano Montanaro

Classe 1984 (im)piegato di giorno e nano berserker la notte. Da sempre appassionato lettore di fumetti Marvel, inizia a interessarsi ai supereroi di Stan Lee verso i 12 anni, soprattutto ai meno conosciuti. Cosplayer, collezionista di statue, passa il suo tempo libero a leggere e tentare di conquistare il mondo con l'Hydra!

Pubblicato da
Stefano Montanaro
  • Articoli recenti

    The Rogue Prince of Persia, recensione dell’Early Access: tantissimo potenziale

    In attesa del remake di Prince of Persia: Le Sabbie del Tempo, annunciato nel 2020…

    % giorni fa

    Shin Megami Tensei, top 5 giochi da scoprire dopo Vengeance

    Introduzione a Shin Megami Tensei Nel ricchissimo panorama dei giochi di ruolo giapponesi, ce ne…

    % giorni fa

    Destiny 2, Stagione dei Desideri: fare un patto col destino!

    Ricordo come fosse ieri quando, nel 2020, pubblicai proprio qui, sulle pagine di Spacenerd, il…

    % giorni fa

    Furiosa: A Mad Max Saga, la recensione: Epica postapocalittica

    Furiosa: A Mad Max Saga, primo spinoff della serie di George MIller, racconta l'epopea del…

    % giorni fa

    Flintlock: The Siege of Dawn, l’anteprima

    Dark Souls ha definito e creato un sottogenere apprezzato e amato. Il punto che ci…

    % giorni fa

    Squisito!, la recensione: i sapori di un’Italia fantasy raccontati da Gianmarco Bonelli

    Non serve essere un avido lettore di Jundo: se avete aperto l'app e sfogliato fra…

    % giorni fa