Videogiochi

Ritorno al futuro di Monkey Island: il nerdgasm anni “80

Una dichiarazione d’amore

Cosa può rendere noi nerd più felici di avere l’occasione di vivere, o rivivere, un titolo leggendario come Monkey Island? Presto detto: avere la possibilità di giocare a una versione di Monkey Island per Commodore dedicata all’altrettanto leggendaria saga cinematografica di Ritorno al futuro.

Il progetto firmato da Daniele Spadoni si intitola, prendete un bel respiro, The Fan Game – Back to the Future Part III: Timeline of Monkey Island.

Si tratta di un’avventura punta e clicca per PC, scaricabile gratuitamente dall’omonima pagina Facebook, che, recuperando ambientazioni e personaggi dalla saga di Ritorno al futuro, darà vita a una sceneggiatura originale molto interessante, aperta a sviluppi futuri che, ne abbiamo avuto conferma dallo stesso autore, sono già in lavorazione.

La prima cosa che salta all’occhio dopo aver avviato il titolo è, senza dubbio, il profondo amore nutrito per entrambi i franchise chiamati in causa per l’occasione. Questo amore si concretizza in una gestione magistrale dei personaggi, rispettati nella loro essenza e abilmente collocati in avventure originali che, siamo fiduciosi, sapranno strappare più di un sorriso sia alle nuove leve che ai ragazzoni più navigati che vivono da tempo questo mondo.

Ecco uno dei tanti esempi dell’ottimo lavoro grafico svolto per il titolo

Un tuffo nel passato

La volontà di ricreare un’esperienza anni “80 è assoluta, ancora prima della schermata del titolo il gioco simulerà l’interfaccia di avvio del Commodore, permettendo a molti di fare un tuffo nel passato e a qualcuno persino di scoprire per la prima volta com’era il mondo prima della comparsa di PlayStation e XBOX.

Articoli che potrebbero interessarti

Una volta in game l’interfaccia si presenterà piuttosto spartana, in tutto e per tutto simile a quella del Monkey Island originale. L’esperienza di gioco è condita però da una deliziosa colonna sonora che rivisita in chiave 8 bit le musiche tipiche della trilogia filmica, creando un’atmosfera davvero suggestiva e ben riuscita.

Un gioco consigliato a tutti, anche a chi non può dirsi fan sfegatato di Ritorno al futuro, in grado di regalare qualche ora di sano divertimento, lontano dalle esplosioni e dagli eccessi che caratterizzano tanto, troppo, gaming contemporaneo.

L’intervista esclusiva all’autore

Abbiamo avuto anche l’onore di poter intervistare in esclusiva il buon Daniele, il quale ci ha parlato più approfonditamente del processo creativo alle spalle del titolo, oltre a rivelarci in anteprima i suoi piani per il futuro della serie.

L’intervista la trovate a questo indirizzo e qui sotto.
Sono circa 15 minuti molto interessanti, sia per conoscere la personalità dell’autore di questa perla che per avere un’idea un po più precisa circa il percorso e la squadra alle spalle di questa perla del panorama indipendente italiano.

Grazie per l’attenzione e alla prossima: sempre qui, su SpaceNerd.it

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Salvatore Garofalo

Studente magistrale di Cinema a Pavia. Classe 1995, gli ultimi vent'anni passati con un pad in mano. Partito dal Mega Drive, passando per tutte le Playstation, sono approdato da qualche anno anche al PC gaming. Accanito lettore di Tolkien e amante dei manga seinen, mi dedico principalmente allo studio delle nuove forme di partecipazione spettatoriale e di rappresentazione promosse dal gaming moderno. Ah dimenticavo, non sopporto Star Wars

  • Articoli recenti

    Shin Megami Tensei, top 5 giochi da scoprire dopo Vengeance

    Introduzione a Shin Megami Tensei Nel ricchissimo panorama dei giochi di ruolo giapponesi, ce ne…

    % giorni fa

    Destiny 2, Stagione dei Desideri: fare un patto col destino!

    Ricordo come fosse ieri quando, nel 2020, pubblicai proprio qui, sulle pagine di Spacenerd, il…

    % giorni fa

    Furiosa: A Mad Max Saga, la recensione: Epica postapocalittica

    Furiosa: A Mad Max Saga, primo spinoff della serie di George MIller, racconta l'epopea del…

    % giorni fa

    Flintlock: The Siege of Dawn, l’anteprima

    Dark Souls ha definito e creato un sottogenere apprezzato e amato. Il punto che ci…

    % giorni fa

    Squisito!, la recensione: i sapori di un’Italia fantasy raccontati da Gianmarco Bonelli

    Non serve essere un avido lettore di Jundo: se avete aperto l'app e sfogliato fra…

    % giorni fa

    Love and Curse vol. 2, la recensione: il mappō di Aiko

    Questo mese è uscito il secondo volume di Love and Curse, una serie semi-autobiografica da…

    % giorni fa