Guide

Yu-Gi-Oh! Duel Links: la guida completa per principianti

Dopo avervi portato la guida alla costruzione del primo deck su Yu-Gi-Oh! Master Duel, oggi parliamo di un altro gioco di Yu-Gi-Oh!, il primo per dispositivi mobile pubblicato da Konami con il format degli Speed Duel, tornato in voga ultimamente con la campagna celebrativa per la distribuzione di 77,7 miliardi di carte,  l’introduzione dei mostri Link e del mondo di VRAINS: stiamo parlando di Yu-Gi-Oh! Duel Links.

A differenza di Master Duel e Cross Duel usciti di recente, Duel Links si avvicina a compiere il suo sesto anno, per questo, per un neofita, può risultare difficile orientarsi nella miriade di carte e deck presenti nel gioco e sfruttare al meglio i Coupon (essenziali) e le prime gemme che il gioco regala.

In questa guida cercheremo di mettere a proprio agio tutte quelle persone che vogliono avvicinarsi a questo fantastico mondo, consigliando dove spendere i primi coupon, come investire le proprie gemme e su quali deck.

ADV

Primo deck con i coupon

Dopo aver completato il tutorial e aver raggiunto la fase 4 del mondo di Duel Monsters, ci ritroveremo con due personaggi iconici già sbloccati: Yami Yugi (all’inizio ci ritroveremo a scegliere tra lui e Seto Kaiba, vi consigliamo di prendere il primo, poiché in possesso di un’abilità molto utile, ndr.) e Joey Wheeler, oltre a un gruzzoletto niente male di gemme, cinque coupon SR e cinque coupon UR, e vari coupon derivanti dalle celebrazioni in atto. Nel momento in cui scriviamo questa guida, è possibile ricevere in una settimana un totale di tre coupon UR da sogno e due SR da sogno, dal valore elevatissimo, poiché consentono di scegliere una carta qualsiasi della stessa rarità proveniente da qualsiasi scatola.

Poiché i deck iniziali sono ricchi di carte scadenti, poco adatti ad aiutarvi ad andare avanti di fase e sbloccare i vari mondi con i relativi personaggi, ciò che consigliamo di fare è di spendere 500 gemme ed alcuni dei coupon normali (occhio a non spendere quelli da sogno, si riconoscono poiché hanno il Drago Bianco Occhi Blu sulla loro superficie) per costruire un deck adatto al farming, il deck “Drago Nero Occhi Rossi”.

Prima di tutto, facciamo un salto al negozio, sezione Structure Deck, per acquistare, con 500 gemme, lo structure “Return of the Red-Eyes”, che rappresenterà lo scheletro del nostro primo deck.

ADV

Successivamente, andiamo a spendere tutti i nostri 5 coupon SR ottenuti come ricompensa per aver scaricato l’app per prendere tre carte magia “Intuizione Occhi Rossi” e due carte trappola “Spirito Occhi Rossi”.

Ora possiamo accedere al “Laboratorio Duelli”, copiare il contenuto dello structure acquistato in precedenza in un deck vuoto qualsiasi e modificarlo aggiungendo le carte ottenute attraverso i coupon. Il risultato finale sarà ciò che vediamo nell’immagine posta qui di sotto.

A questo punto, non ci rimane che completare più missioni possibili, salire di fase, sbloccare i mondi presenti nel gioco (GX, DSOD, Zexal, 5DS, ARC V e VRAINS): consigliamo di arrivare almeno alla fase 11 del primo mondo e focalizzarci poi sul salire di fase negli altri mondi, per sbloccare il cancello al livello 30 e sette duellanti standard affrontabili.

ADV

Raccolta una buona quantità di gemme, possiamo iniziare a pensare su come spenderle, ma non prima di parlare delle Route, ossia un insieme di box da aprire in sequenza, che ci permetteranno di avere più deck giocabili, oltre ad una buona quantità di staple, ossia carte utilizzabili in più deck.

Deck per principianti

La “Rock Route”: perfetta per i neofiti

La prima Route di cui vi vogliamo parlare è la “Rock Route” che, come suggerisce il nome, si focalizza su deck composti principalmente da mostri Roccia. I deck facenti parte di questa route sono principalmente tre: “Triamide” e “Guerrieri Magnetici”, semplici e che non presuppongono la presenza di mostri nell’extra deck, e “Bestia Rituale”, più complicato, focalizzato sulle evocazioni per fusione.

La “Rock Route” è anche una delle rotazioni più economiche, poiché composta da tre Mini-Box (quindi con meno buste al suo interno, solo 100, a differenza dei box grandi da 180) che possiamo limitarci ad aprire solo due volte. Questi Mini-Box sono: Arena of Sanctuary, Spirit of the Beast e Guardians of Rocks.

ADV

I passi da seguire se decidiamo di prendere questa rotazione sono i seguenti:

  • Iniziamo da Arena of Sanctuary, box che andrà aperto una sola volta e andiamo alla ricerca di due carte SR in particolare: “Taglio Karmico”, una delle carte trappola più utilizzate, che ci permette di scartare una carta per bandire una carta avversaria e “Triamide Sfinge, boss principale del deck “Triamide” che stiamo iniziando a costruire.
    Oltre a queste carte, con un po’ di fortuna, è possibile terminare un altro ottimo deck per il farming, il deck Valkyria, su cui però non consigliamo di focalizzarvi troppo.
    Una volta trovate le due SR citate precedentemente, fermatevi e passate al prossimo Mini Box. In alternativa, se preferite non rischiare di spendere troppe gemme alla ricerca di sole due carte, potete considerare di spendere uno dei coupon SR da sogno per prendere “Triamide Sfinge”, e iniziare direttamente dal prossimo punto, a voi la scelta;
  • Il secondo Mini Box da aprire è “Guardians of Rocks”, in cui andremo a completare i nostri primi due deck utilizzabili nei duelli classificati, ed è il box in cui spenderemo la maggior parte delle nostre gemme. Qui il consiglio che diamo è molto semplice: spendete gemme fino a quando non avrete due copie ciascuna delle carte facenti parte dei deck “Guerrieri Magnetici” e “Triamide”(soprattutto di quest’ultimo). Spesa massima: 10.000 gemme (5.000 se fatta durante i periodi di sconto).
    Dopo aver raccolto le carte necessarie, siete pronti a costruire due deck, qui sotto vi riportiamo una lista molto semplice del “Triamide”. Una carta necessaria per il “Triamide”, “Impulso Triamide”, la potrete ottenere attraverso i coupon SR derivanti dalle celebrazioni.

Per imparare al meglio le combo di questo deck, ma anche di tutti gli altri presenti in questa guida, vi consigliamo un canale YouTube molto attento alle esigenze dei F2P, con decklist adatte e replay esplicativi, Duel Links F2P.

Il Mini Box rimanente andrà aperto anche esso due volte, permettendovi di completare un ottimo deck quale il “Bestia Rituale”, più complicato da imparare rispetto ai deck citati precedentemente, ma una volta imparato, molto più efficace, oltre ad alcuni supporti per deck “Yosenju” e “Guerrieri Magnetici”. Qui sotto vi riportiamo una decklist del “Bestia Rituale”.

Photon Route: per chi vuole essere subito competitivo

La seconda rotazione di cui vogliamo parlarvi è adatta a chi vuole essere subito competitivo ed iniziare la scalata al “Re dei Giochi”: stiamo parlando della Photon Route.

Articoli che potrebbero interessarti

La Photon Route, come dice il nome, ci permette di costruire un deck “Fotonico” competitivo, oltre all’ottenere supporti per deck quali “Cavalieri Fantasma” e “Abisso Bruciante”, e si compone anche essa di tre Mini-Box: Photon of Galaxy, Phantom of Rebellion e Heart of XYZ.

Prima di iniziare questa rotazione, è necessario avere sbloccato il personaggio Kite Tenjo, facente parte del mondo di Zexal, di averlo portato al livello 30 e di avergli sbloccato una skill in particolare, Galassia XYZ, che possiamo trovare nelle missioni.

I passi da seguire se scegliamo questa Route sono i seguenti:

  • Il primo Mini-Box in cui dobbiamo sbustare è “Photon of Galaxy”, in cui potrete costruire già un ben più che ottimo deck “Fotonico” per affrontare le vostre prime partite in PvP. Oltre a ciò, in questo Mini-Box potete trovare altri due XYZ staple utilizzabili in qualsiasi deck che utilizzi più di due mostri di livello 4: “Numero 70: Peccato Malevolo” e “Abitante dell’Abisso”, oltre a “Buttafuori Colpo Fotonico”, un ottimo XYZ di livello 6. Qui sotto vi riportiamo due build differenti del “Fotonico”, la prima costruita dopo un solo giro di Mini-Box, la seconda da due, tutto dipende da quanto volete investire. Alcune carte presenti nel deck sono ottenibili tramite coupon e aumento di livello di Kite;

  • Il secondo Mini-Box che andrete ad aprire è Heart of XYZ. Qui, si possono ottenere i supporti più recenti del deck “Fotonico”, che andranno a rendere il deck molto più competitivo e pronto a tentare la scalata al “Re dei Giochi”. Qui dovrete necessariamente aprire il box due volte, per questo vi consigliamo di dosare la spesa nel primo Mini-Box. Come sempre, qui sotto vi riportiamo la build da noi consigliata. Oltre ai supporti per il nostro “Fotonico”, in questo box possiamo trovare ottimi supporti per i deck “Cronomalia”, “Abisso Bruciante” e “Train”. Attenzione, nella build di questo “Fotonico” troviamo una carta facente parte di un box grande chiamato “Infinite Ray”, di rarità R, quindi trovarne tre non dovrebbe trattarsi di una spesa eccessiva;

  • Nell’ultimo Mini-Box rimanente, “Phantom of Rebellions” (Se il deck per voi è completo, potete anche saltare questa parte, ndr), potrete trovare supporti per il deck “Cavaliere Fantasma”, ma la carta più importante da trovare sarà “Cipher Drago Occhi Galattici”, di rarità UR ed essenziale in ogni “Fotonico” che si rispetti.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei coupon da sogno, se decidete di seguire questa Route, le scelte possono essere diverse: per quanto riguarda le carte UR abbiamo “Neo Drago Fotonico Occhi Galattici”, “Ciclone Galattico”, oppure i più classici “Tifone Spaziale Mistico” o “Libro della Luna”, la scelta sta a voi nelle carte che più ritenete necessarie al potenziamento del vostro deck.

Zombie Route: per gli amanti degli zombie (e dei Synchro)

La Zombie Route è la route perfetta per i casual players, per chi vuole divertirsi giocando deck rogue, non competitivi, ma che comunque possono far togliere delle piccole soddisfazioni negli eventi più particolari, come possono essere i “Gran Premio dei Duelli Turbo” (dove si possono sperimentare tantissimi deck nel tentativo di raggiungere il grado più alto), oppure nella più competitiva KC Cup.

La Zombie Route, che si basa su deck composti da mostri zombie e da evocazioni Synchro, in origine si componeva di quattro Mini-Box, ma con l’avanzare del tempo e l’evoluzione del meta, gli ultimi due Mini-Box hanno perso di competitività, per questo riduciamo questa route a due.

Come possiamo vedere dall’immagine soprastante, questa Route si compone dei Mini Box “Soul of Resurrection” e “Flames of the Heart”, contenenti rispettivamente supporti per “Shiranui” e “Mayakashi”. A differenza delle altre Route, qui non abbiamo molti passi da seguire:

  • Iniziamo dall’aprire “Soul of Resurrection”, garantendoci una duplice copia delle SR “Shiranui Solitario” e “Shiranui Scudiero”, oltre ai tuner e ai Synchro principali del deck Shiranui (di rarità molto bassa, tranne “Shiranui Scudierosaga”, ma di cui ci servirà solo una copia). Una volta procurate queste carte, possiamo passare al Mini Box successivo;
  • In “Flames of the Heart”, dovremo garantirci la triplice copia delle magie inerenti ai deck “Shiranui” e “Mayakashi”, oltre alla duplice copia di “Dakki, la Mayakashi Graziosa”, carta fondamentale per eseguire in sequenza numerose evocazioni Synchro.

Come per le precedenti Route, qui sotto vi riportiamo una decklist ottimale, da costruire una volta terminati i vostri spacchettamenti.

Un consiglio che vi diamo è di seguire questa Route solo quando i Mini Box in questione sono scontati (una busta a 25 gemme invece che a 50), poiché, essendo i deck non competitivi, vi permetterà di dimezzare i costi, consentendovi di risparmiare per eventualmente costruire un deck maggiormente competitivo.

Il vantaggio di seguire la Zombie Route è invece il fatto che i deck difficilmente saranno colpiti da Banlist, e quindi pesantemente nerfati, anzi, gli Shiranui stanno mano a mano uscendo dalle limitazioni, consentendo un ritorno al meta degli zombie.

Coupon da sogno SR e UR: quali carte prendere

L’utilizzo dei Coupon da sogno è da sempre uno dei più delicati, poiché essi vi consentono di prendere una carta della medesima rarità proveniente da qualsiasi box, risparmiandovi una spesa non indifferente.

Le carte da prendere sono come sempre a scelta del giocatore, in base ai deck che al momento sta costruendo e che vuole ottimizzare, oppure dall’eseguire un investimento per il futuro, e quindi all’ottenere delle staple. Come vi abbiamo riportato sopra, se decidete di seguire la Photon Route, potete considerare di ottenere qualche UR utile ad ottimizzare il vostro deck; se decidere di seguire la Rock Route, allora potrebbe essere conveniente utilizzare i coupon SR per diminuire la spesa (“Triamide Sfinge”), oppure rendere più competitivo il deck (“Buco Trappola Insidioso”). Se invece, la vostra scelta dovesse ricadere su qualche staple, qui sotto ve ne consigliamo alcune da tenere in seria considerazione:

  • Tifone Spaziale Mistico (UR): la carta più scelta in questi coupon e staple per eccellenza, vi permetterà di distruggere senza alcun costo una Magia/Trappola del vostro avversario. Carta utilissima, ma facilmente rimpiazzabile da carte ottenibili in maniera gratuita, quali “Spiritualismo” (fa ritornare in mano una Magia/Trappola dell’avversario, reperibile presso il commerciante di carte, ndr) oppure “Dadotifone” (carta di rarità N, con effetto molto simile a Tifone Spaziale Mistico, ma legata alla fortuna);
  • Libro della Luna (UR): altra carta molto scelta, vi consente di coprire in posizione di difesa un mostro avversario. Si tratta di una magia rapida, quindi utilizzabile anche nel turno dell’avversario. Carta che ha perso un po’ di valore con l’uscita dei Link, che a differenza dei mostri classici, non possedendo difesa, non possono essere coperti. Facilmente sostituibile in maniera gratuita con “Mormorio della foresta”, carta di rarità R ottenibile dal commerciante di carte, con il medesimo effetto, ma con la differenza di non essere una magia rapida;
  • Buco Trappola Chiuso e Forza Riflessa Annegante (UR): due delle carte trappola più fastidiose che vi potrebbero capitare contro, la prima vi consente di girare coperti in posizione di difesa tutti i mostri evocati dal vostro avversario (non potranno più essere girate in posizione di attacco), come per “Libro della Luna”, ha perso di efficacia con l’uscita dei Link; la seconda vi consente di rimettere nel deck tutti i mostri in posizione di attacco dell’avversario nel momento in cui egli vada ad attaccarvi direttamente. Queste carte non hanno una controparte gratuita;
  • Buco Trappola Insidioso (SR): la carta più scelta nei coupon SR da sogno, vi consente di distruggere due mostri sul terreno senza alcun costo. L’unica limitazione è che può essere utilizzata solo nel momento in cui non abbiamo altre trappole al cimitero. Recentemente limitata a 1, c’è il rischio che possa essere bandita;
  • Numero 70: Peccato Malevolo (SR): prima carta mostro che vi consigliamo, XYZ di livello 4 più utilizzato al momento, vi consente di bandire per un turno un mostro avversario, consentendovi di concludere il prima possibile i vostri match.

Altre carte che possono essere scelte sono: Ciclone Cosmico (UR), Abitante degli abissi (UR), Taglio Karmico (SR), Kuriboh Sfera (UR), Canadia Paleozoica (UR).

Ora siete davvero pronti ad iniziare la vostra avventura su Duel Links, ma non prima di darvi un ultimo consiglio: divertitevi, non seguite costantemente il meta, divertitevi a giocare i vari eventi, sperimentate nuovi deck, sia che perdete, sia che vincete, in modo da contribuire anche al miglioramento dell’ambiente intorno a questo gioco di carte, ormai fin troppo orientato all’essere competitivi, e poco al divertirsi.

Per concludere, vi ricordiamo che Duel Links è disponibile su Android, iOS e Steam e che proprio in questo momento è in corso la campagna di celebrazione per l’uscita del mondo di ARCV e della distribuzione di 77,7 miliardi di carte, con ricompense in gemme e coupon da sogno.

Seguici su tutti i nostri social!
CondividI
Armando De Simone

Mi presento, mi chiamo Armando, amante della tecnologia e dei videogiochi fin da bambino. Sono un grandissimo appassionato di giochi di carte, soprattutto Yu-Gi-Oh!, e di videogiochi a carattere horror, in particolare la saga di Resident Evil, con il quarto capitolo in cima alla classifica dei miei videogiochi preferiti.

Vedi commenti

Pubblicato da
Armando De Simone
  • Articoli recenti

    Indika, la recensione: nell’anima di una suora

    Ero rimasta abbastanza colpita dall'annuncio di Indika, ma allo stesso tempo dubbiosa sui suoi contenuti…

    % giorni fa

    Deadpool: Il buono, il brutto e il cattivo, la recensione: Ridi, Pagliaccio

    Deadpool parte alla ricerca delle sue origini assieme a Wolverine e Capitan America. In questa…

    % giorni fa

    Che cos’è il City Pop? Nascita e Rinascita di un genere musicale

    Se una macchina del tempo mi trasportasse nel Giappone di metà anni '80 non credo…

    % giorni fa

    Sand Land, la recensione: l’ultima opera di Akira Toriyama

    Ventiquattro anni dopo l'originale uscita nella rivista Weekly Shonen Jump di Shueisha, Sand Land ottiene…

    % giorni fa

    Shibatarian, la recensione: La discreta inquietudine di un’idea strampalata

    Shibatarian, manga shonen a tinte horror-sovrannaturali di Katsuya Iwamuro, pubblicato in Giappone da Shueisha, è…

    % giorni fa

    Civil War, la recensione: Dio (non) benedica l’America

    Ultimo lavoro di Alex Garland prima della sua pausa dal cinema, Civil War è stato…

    % giorni fa